Il BIM secondo STR

0
34

L’azienda italiana TeamSystem – STR è ormai divenuta nota nel mondo del BIM per le costruzioni grazie alle funzionalità che il software STR Vision ha introdotto sul mercato, in modo specifico per il BIM 4D e 5D.

STR ha intuito e colto fin dai primordi la portata innovatrice del BIM, e ne ha intrapreso subito la strada, potenziando l’interoperabilità dei propri software, avviando progetti interni di sviluppo di nuove soluzioni informatiche in ottica BIM, contribuendo come socio fondatore al Capitolo italiano di buildingSMART, sostenendo le attività di ricerca di Enti e Università attive in questo campo quali gli Atenei di Bologna, Brescia, Milano, Padova, Roma, e promuovendo forme di collaborazione con un network stabile di docenti coinvolti sul tema tra i più autorevoli del panorama accademico.

Nella visione STR il BIM è l’elemento unificante dell’intera filiera delle costruzioni. In questa direzione vanno la scelta dello standard IFC, dell’Open BIM e della massima interoperabilità con i più diffusi sistemi di progettazione assistita disponibili sul mercato.
STR Vision CPM (Construction Project Management), interoperando con IFC, copre una vasta area funzionale del processo BIM: svolge la computazione con aggiornamento rapido della stessa, permettendo il confronto e la gestione delle alternative, offrendo la massima integrazione tra computo e il cronoprogramma lavori.

STR Vision CPM si presenta come un software BIM completo con cui integrare il modello 3D del progetto con i dati inerenti le quantità d’opera, i mezzi, le attrezzature, le risorse umane, e le lavorazioni necessarie per la realizzazione, rendendo possibile redigere il computo metrico di tutti gli elementi dei modelli architettonico, strutturale e impiantistico. Inoltre consente di effettuare la programmazione dei lavori direttamente dal computo metrico, per definire e aggiornare i tempi di esecuzione dei lavori (4D), stabilendo i costi dell’opera intera, delle sue parti, e dei singoli elementi del modello BIM, complessivi e di periodo (5D). Inoltre, consente la gestione nel tempo dell’opera con strumenti integrati di asset, property e facility management (6D).

Il modulo QTO di STR Vision CPM è il punto di partenza per approcciare la computazione in logica BIM. Il modulo QTO (Quantity Take Off) consente  l’importazione in standard IFC dei modelli CAD 3D di tipo architettonico, strutturale
e impiantistico. Una volta importato il modello, questo è visibile e navigabile direttamente da STR Vision CPM senza la necessità di installare alcun tipo di plug-in o altro tipo di visualizzatore. QTO si integra con le funzioni di computo metrico per poter ottenere le misure necessarie ad ogni articolo del preventivo direttamente dai modelli 3D. Le potenti utilità della piattaforma STR permettono di visualizzare le parti del modello ancora non utilizzate e quindi non computate.

STR Vision CPM è la piattaforma per la programmazione e direzione lavori, la gestione del cantiere utilizzabile con modelli BIM grazie all’adozione dello standard IFC. STR Vision CPM è uno strumento completo, che permette di integrare il modello tridimensionale del progetto con tutte le informazioni relative a strumenti, attrezzature,
risorse umane, nonché le altre attività necessarie alla materiale realizzazione dell’opera. Tutto questo assicurando parallelamente un accurato controllo e gestione delle informazioni tecniche ed economiche in tutte le fasi di esecuzione, sia in termini previsionali che consuntivi.

Per avere maggiori informazioni, vai sul sito str.it, iscriviti e scarica gratuitamente l’ebook in formato pdf “Il BIM secondo STR”.

Commenta