OICE: la quota di investimenti in BIM da parte delle società associate è stata pari al 62%

0
43

Il 62,2% delle società di ingegneria associate ha investito risorse in BIM: il 55 % in formazione e il 41% in software. Sono questi i risultati che emergono dalla Rilevazione OICE-Cer 2017 che fa il punto su come si sono mosse nel 2016 le società di ingegneria e architettura aderenti all’Associazione confindustriale che le riunisce, rispetto alla tematica della digitalizzazione dei processi e delle attività di ingegneria e architettura.

In merito all’utilità e all’efficacia derivante dagli investimenti in BIM il 22,5% ha dichiarato un elevato grado di soddisfazione, il 57,8% un soddisfacente grado di soddisfazione e il 16,7% è invece rimasta delusa dagli investimenti compiuti.

I suddetti investimenti sono stati affrontati da società maggiormente strutturate. Difatti, le imprese di più piccola dimensione hanno riscontrato maggiori difficoltà in tale ambito.

Il ritardo nella definizione della normativa attuativa del Codice appalti e, più in generale, l’attuazione di principi di adeguata gradualità nella previsione di obblighi di prestazione di servizi in Bim, potranno quindi tornare utili proprio a queste piccole realtà.

 

Commenta