Decreto BIM: dal 2019 BIM obbligatorio

0
55

Il BIM diventerà obbligatorio a partire dal 1 Gennaio 2019 per i bandi al di sopra dei 100 milioni di euro.

A deciderlo è il comma 13 dell’art. 23 del Nuovo Codice degli Appalti, il quale stabilisce che un decreto del Ministero delle Infrastrutture dovrà fissare le modalità e i tempi di introduzione dell’obbligatorietà del BIM, che sarà progressiva.

Il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Delrio ha formato una commissione di esperti con a capo l’Ing. Pietro Baratono, Provveditore delle O.O. P.P. delle regioni Lombardia ed Emilia Romagna, per la stesura del testo che dovrebbe vedere la sua conclusione entro Febbraio prossimo.

Il testo per la digitalizzazione della gestione degli appalti pubblici italiani, salvo eventuali cambiamenti, prevede l’applicazione del BIM, di base, per le opere molto grandi e con importo oltre i cento milioni di euro a partire dal 2019. Questo per garantire un periodo di preparazione da parte dei professionisti del settore.

Successivamente, dal 1 Gennaio 2020, il Decreto BIM interesserà le opere molto complesse, con un’ampia utenza e con importo superiore ai 50 milioni, per poi abbassarsi a 15 milioni dal 1 Gennaio 2021.

Si arriverà quindi al 1 Gennaio 2022, quando l’obbligo interesserà anche le opere al di sotto del milione di euro. Unica eccezione per ora le opere, come quelle residenziali, che non devono rispondere a particolari requisiti di sicurezza.

Commenta